Storia

Il piacere del golf in Toscana

Royal Golf La Bagnaia

Il Cavaliere del Lavoro Attilio Monti acquistò la Tenuta La Bagnaia nel 1954: 1.100 ettari immersi nella natura a pochi chilometri da Siena. E qui la figlia, Marisa Monti Riffeser, vi ha realizzato uno degli esempi meglio riusciti di ospitalità di alto livello in stile toscano: tradizione, natura, storia e quiete per un Resort esclusivo. Nel 2009 nasce il Royal Golf la Bagnaia: un percorso di 18 buche disegnato da Robert Trent Jones Jr inserito perfettamente in 130 ettari della Tenuta. Con un Par 71 di 6.101 m., è un campo adatto per manifestazioni di grande rilievo ma, utilizzando almeno 5 tee di partenza per ogni buca, è particolarmente piacevole anche per giocatori meno esperti. Fairways ampi e greens piccoli ben difesi da bunkers profondi formano, con le ampie zone di rough “native”, uno tra i migliori “inland links” d’Europa. A giugno 2011 vengono inaugurate le prime 9 buche mentre a settembre dello stesso anno si completano le seconde 9 buche e da febbraio 2012 il campo apre anche all’attività agonistica.