Siena

Eretta su tre alture, tra verdi strisce di campi coltivati, Siena appare più brillante e colorata della vicina Firenze, sua storica rivale. Da ogni parte della città si può godere di favolosi scorci sulle colline toscane e sui famosissimi monumenti del centro: la Torre del Mangia, il Palazzo Pubblico e la Cattedrale, il Duomo del XIV secolo, con le sue enigmatiche striature.

Dagli antichi ingressi che interrompono le mura cittadine, tra palazzi di straordinaria bellezza, strade lastricate conducono verso il centro e verso Piazza del Campo, dove ogni anno il 2 luglio e il 16 agosto si svolge il Palio, la famosissima corsa di cavalli montati a pelo. Ma Siena non si è fermata al suo glorioso passato ed è anche una città moderna. I visitatori possono esplorare la Galleria di Arte Moderna, pasticcerie favolose, allegri mercatini, eleganti boutique, e l’Enoteca, situata nella cantine sotto la fortezza, dove si può degustare una superba collezione di vini italiani.

Firenze

Una città incantevole che non smette mai di sorprendere, con i suoi capolavori d’arte, i marmi colorati delle chiese e le architetture che ne rievocano il fasto e il ruolo svolto nello sviluppo della cultura e dell’arte rinascimentale.

Cuore pulsante di Firenze è Piazza del Duomo, con il complesso monumentale della Basilica di Santa Maria del Fiore – sormontato dalla maestosa cupola del Brunelleschi -, il Battistero di San Giovanni – magnifico esempio di romanico fiorentino -, il Campanile di Giotto – un capolavoro di architettura gotica fiorentina.

Piazza della Signoria rappresenta il polo storico della vita civile e ospita la trecentesca Loggia dei Lanzi, la Fontana di Nettuno e il Palazzo della Signoria o Palazzo Vecchio, uno dei monumenti-simbolo della città, davanti al quale sorgono alcune famose statue tra cui una copia del famoso David di Michelangelo.
Accanto alla piazza vi è la maestosa Galleria degli Uffizi, sede di uno dei musei più importanti del mondo, che include opere di Botticelli, Michelangelo, Leonardo da Vinci e molti altri grandi artisti.

San Galgano

San Galgano giace diroccato tra i campi di girasoli, è un luogo stregato e speciale.

Tutto ciò che resta di quello che una volta era il più maestoso edificio gotico d’Italia, con le più grandi vestigia cistercensi in Italia e simbolo del più importante potere monastico in Toscana, ora ha solo il cielo come tetto e un campo d’erba come navata, mentre pezzi di affresco giacciono tra la vegetazione.

Questo fu il luogo dell’eremo di San Galgano e la vita del santo è illustrata nella cappella che Ambrogio Lorenzetti affrescò tra il 1334 e il 1336.

Proprio nella cappella circolare, con la sua strana volta a strisce, c’è una roccia in cui è infitta una spada.

Arezzo

Arezzo sorge su una collina nella Toscana orientale a ridosso dell’Appennino Tosco-Romagnolo. Come testimonia l’architettura stessa della città, vanta un’origine antichissima che l’ha vista essere una delle maggiori città etrusche e successivamente una strategica città romana.

La parte più elevata della città conserva uno spiccato aspetto medievale, dominata dalla Cattedrale e dalla Fortezza Medicea. La Cattedrale, che presenta nel suo aspetto tratti gotici, custodisce pregevoli opere d’arte tra le quali La Maddalena di Piero della Francesca e le vetrate istoriate di Guillaume de Marcillat. Al centro della città Piazza Grande dispiega una vera antologia di stili architettonici.

La cappella Bacci nella Basilica di San Francesco accoglie lo straordinario ciclo di affreschi della Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca, una delle più alte testimonianze della pittura rinascimentale italiana.

Montalcino

Per chi arriva da valle l’imponente Fortezza trecentesca lascia da subito intendere l’assetto urbano di Montalcino: una città medievale di impianto militare, solcata da strette e ripide vie.Da quassù i panorami sono dei veri capolavori assoluti al pari di quelli conservati all’interno del Museo Civico Diocesano d’Arte Sacra, che ospita una delle più ricche collezioni di pittura e scultura lignea di scuola senese. Fra le numerose chiese  spiccano di sicuro la 300sca S.Agostino, la cattedrale neoclassica, il Santuario della Madonna  del Soccorso e S.Egidio, la chiesa “de’  senesi”. Il Palazzo Comunale  (fine XIIIsec), un’esile ma  ben solida struttura è affiancato da un alto campanile quasi una torre di vedetta sormontata dal “Campanone”  che scandisce ancora la vita  di tutto il paese.

Chianti

Situata tra le province di Firenze e Siena, la valle del Chianti è da sempre considerata il cuore della vecchia Toscana ed è famosa in tutto il mondo per i suoi rinomati vini.
Una storia ricca di eventi e una tradizione vinicola risalente al XIII secolo hanno reso questa zona il luogo ideale per chi volesse intraprendere fantastici viaggi tra vigneti, colline e paesini caratteristici.

In ogni piccola cittadina  è possibile imbattersi in cantine, castelli o semplici fattorie, il cui nome trova collocazione accanto al celebre marchio del Gallo Nero, simbolo del Chianti d’eccellenza.
La valle offre panorami di grande fascino: colline coperte da vitigni, magnifici boschi di castagni, querce e lecci e suggestivi borghi medievali ricchi di testimonianze artistiche come Greve in Chianti, con la sua antica piazza triangolare delimitata da palazzi, portici e loggiati.